La dieta del minestrone

La dieta del minestrone è un modo sensazionale per perdere peso e regalare al vostro corpo una grossa quantità di sostanze nutritive. Fondamentalmente avete due modi per fare la dieta del minestrone: scegliere di ragionare in termini di verdure a tutto tondo, e quindi utilizzarle costantemente, oppure sostituire alcuni dei vostri regolari pasti con piatti di minestrone.

Nel secondo caso otterrete il beneficio di abbattere un numero di calorie del tutto superflue che normalmente assumete, rimpiazzandole con vitamine e minerali. Qualunque delle due soluzioni scegliate, è importante tenere presente alcuni consigli di base.

Acquistare delle zuppe di verdure pronte al supermercato non è di norma il sistema migliore per fare la dieta del minestrone. Infatti, queste zuppe contengono un elevatissimo tasso di sodio, mentre il contentuo reale di verdure in genere è scarsissimo; ne consegue un senso di gonfiore che si abbina però ad un falso apporto di sostanze nutritive.

Lo stesso dicasi per le ricette standard realizzate per questa dieta: spesso viene suggerita l’aggiunta dei dadi o delle polveri aromatiche, che contengono anch’esse un elevato tasso di sodio. In altri casi, forse per favorire il senso di sazietà, viene indicato di utilizzare le patate, ma spesso in quantità troppo elevate. Le patate hanno peraltro un alto indice glicemico, che non è gradito in una dieta che ha come obiettivo finale la perdita di peso.

La risposta a tutto ciò, per evitare risultati non graditi, è molto semplice; basta utilizzare un frullatore o un robot da cucina. Le verdure le potete acquistare indifferentemente fresche oppure congelate. Questo dipende dalla stagione e dalle possibilità in termini di tempo. Se optate per le verdure fresche potete anche acquistarne in quantità maggiore, pulirle e tagliarle per poi congelarle, in modo da averle sempre a disposizione pronte per essere cucinate.

Badate che il nome “dieta del minestrone” può trarre in inganno, facendovi pensare ad un mix di tante verdure, esattamente come si vedono nelle buste dei minestroni che solitamente possiamo trovare nei banchi dei supermercati. Non è affatto necessario, invece, darsi eccessivamente da fare per mondare e preparare tanti tipi di verdure diverse; il minestrone completo può essere mangiato anche solo 2/3 volte la settimana. Tutti gli altri pasti possono essere preparati secondo il vostro gusto personale anche solo con 3 o 4 tipi di verdure diverse.

Un esempio può essere il classico accostamento di cavolfiore, carote e broccoli magari insaporiti con poco pomodoro e qualche spezia. Vi suggeriamo anche di gustare le verdure a foglia verde mischiate a dei legumi lessati; ad esempio spinaci e lenticchie. I risultati della dieta del minestrone saranno ancora migliori se ricorderete di bere tanta acqua durante la giornata. Il resto lo lasciamo alla vostra fantasia e al vostro gusto!

{ 2 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Skyrim 7 agosto 2011 alle 16:24

Un’alternativa da usare in estate invece?

Rispondi

Idee per Dimagrire 26 agosto 2011 alle 21:33

Qui trovi qualche suggerimento: dieta estiva

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: